Buona Idratazione!

Una semplice guida che illustra cosa e quanto dovrebbe bere il tuo bambino.

Appena nato, il bambino assume tutti i liquidi di cui ha bisogno grazie al latte materno o in polvere. Tuttavia, con lo svezzamento inizierà ad avere meno voglia di bere latte, quindi è bene pensare ad altre forme di idratazione, in particolare quando i suoi livelli di attività fisica aumenteranno. Illustriamo qui i modi migliori per avere un bimbo sempre felice e idratato; dai primi sorsi fino al totale sviluppo di una capacità di bere al pari degli adulti.

Pre-svezzamento
(da zero a sei mesi circa)

Cosa dovrebbe bere il mio bambino?

Esclusivamente latte (latte materno o in polvere, a seconda delle circostanze).

L’OMS consiglia di non fare bere acqua al bambino per i primi sei mesi, in particolare se si nutre di latte materno; tuttavia, nei climi più caldi, alcune mamme preferiscono dare anche qualche sorso d’acqua.

Se stai allattando, non hai modo di sapere quanti liquidi sta assumendo il piccolo, ma imparerai presto a capirlo e a sapere quando ha fame e quando è sazio.

Controlla che bagni spesso i pannolini: la quantità normale di pannolini bagnati è di circa sei al giorno.

Se gli dai latte in polvere, il piccolo avrà bisogno di circa 150-200 ml di latte per ogni chilo del suo peso, ogni giorno fino ai sei mesi. Continua a controllare i pannolini bagnati, che devono essere parecchi.

Qual è il biberon o la tazza migliore?

La scelta migliore è un biberon con la tettarella, che aiuta il bambino a succhiare in modo naturale e facilita la transizione dall’allattamento al seno al biberon.

Per altre bevande, è utile una tazza con manici rimovibili e un beccuccio o una cannuccia morbidi. Sarebbe meglio usare una valvola antigoccia, visto che imparando a bere il bambino si bagnerà spesso, ma la valvola deve essere di tipo rimovibile. Rimuovendo la valvola (quando sei sicura di avere il tempo di asciugare gli eventuali pasticci!), il piccolo può esercitarsi a bere normalmente, invece di succhiare. L’azione di bere utilizza muscoli differenti, il che è ottimo per il suo sviluppo orale.

Guarda i nostri consigli

tommee tippee
biberon
easi-vent™

Ulteriori informazioni

tommee tippee
Tazza primi sorsi
4m+

Ulteriori informazioni

Svezzamento e apprendimento
(da sei a dodici mesi circa)

Cosa dovrebbe bere?

Principalmente latte (latte materno o in polvere, a seconda delle circostanze).

Durante i pasti, un po’ di acqua filtrata o di acqua minerale naturale. Al bambino non serve molta acqua (solo pochi sorsi), ma è utile abituarlo subito al gusto e ad imparare come bere da una tazza. Puoi offrirgli succhi di frutta diluiti (una parte di succo in dieci parti di acqua), ma evita assolutamente bevande zuccherate e gasate.

Quanto dovrebbe bere il mio bambino?

Dai sei ai nove mesi, il piccolo ha bisogno di circa 500-600 ml di latte al giorno; tale quantità va ridotta fino a raggiungere i 400 ml entro i dodici mesi.

Se stai allattando, per i primi mesi continua ad offrirgli lo stesso numero di poppate; quando sarà pronto, le rifiuterà in modo naturale. Anche in questo caso, fidati dell’istinto e dei segnali che il tuo piccolo ti trasmette.

Qual è il biberon o la tazza migliore?

La scelta migliore per il latte è un biberon con la tettarella, che aiuta il bambino a succhiare in modo naturale e facilita la transizione dall’allattamento al seno al biberon.

Per altre bevande, è utile una tazza con manici (rimovibili) e un beccuccio o una cannuccia morbidi. Sarebbe meglio usare una valvola antigoccia, visto che imparando a bere il bambino si bagnerà spesso, ma la valvola deve essere di tipo rimovibile. Rimuovendo la valvola (quando sei sicura di avere il tempo di asciugare gli eventuali pasticci!), il piccolo può esercitarsi a bere normalmente, invece di succhiare. L’azione di bere utilizza muscoli differenti, il che è ottimo per il suo sviluppo orale.

Guarda i nostri consigli

tommee tippee
Cannuccia Easy Drink
6m+

Ulteriori informazioni

tommee tippee
Tazza Easy Drink
6m+

Ulteriori informazioni

Attivo
(oltre i dodici mesi)

Cosa dovrebbe bere?

Naturalmente l’allattamento può continuare dopo i dodici mesi, ma ora si può introdurre anche latte vaccino intero, o persino sperimentare con latte di capra o latte di pecora.

Durante i pasti, servire acqua o succo di frutta diluito, da bere dalla tazza. Evitare possibilmente bevande gasate, bollenti o contenenti dolcificanti artificiali.

Quanto dovrebbe bere il mio bambino?

Da uno a tre anni, il piccolo dovrebbe bere circa un litro di liquidi al giorno.

Circa 350-400 ml di tali liquidi dovrebbero essere latte. Se il piccolo non ama l’idea di passare al latte vaccino, all’inizio mescolalo con latte materno o latte in polvere.

Il restante apporto di liquidi può venire da acqua, succo di frutta diluito (non più di 120-180 ml al giorno) e minestrine.

Consigliamo di tenere dell’acqua a disposizione tutto il giorno, o di offrirgliene un po’ quando ne stai bevendo tu.

Qual è il biberon o la tazza migliore?

Se il bambino è pronto, questa è l’età ideale per passare dai biberon alle tazze.

Il piccolo probabilmente avrà già deciso se preferisce le tazze col beccuccio o la cannuccia, o puoi provare una borraccia con chiusura di tipo sportivo, che lo fa sentire un po’ più cresciuto! Entro poco tempo dovrebbe essere contento di bere da una tazza normale: il segreto è trovare un modo di bere perfetto per lui e per te.

Una valvola antigoccia rimane un aiuto pratico, ed è il caso di iniziare a usare tazze lavabili in lavastoviglie, visto che il piccolo a questa età si muove molto di più.

Guarda i nostri consigli

tommee tippee
Tazza Active Straw
12m+

Ulteriori informazioni

tommee tippee
Tazza Active Drinking
12m+

Ulteriori informazioni

tommee tippee
Biberon Active Sport
12m+

Ulteriori informazioni

Suggerimenti

Aiutare il tuo bambino ad essere sempre idratato e a bere come gli adulti non è sempre facile e può essere un bel pasticcio! Come per qualsiasi altra cosa, alcuni bambini passano senza difficoltà dal biberon alla tazza, mentre per altri non è così facile. Alcuni bambini sembrano amare l’acqua, altri no. Ecco alcuni consigli pratici su come risolvere i problemi principali e mantenere felice e idratato il tuo bambino:

Come aiutare il bambino a bere dal biberon

  • Usa un biberon con tettarella, che simula l’azione naturale del succhiare.
  • Se stai anche allattando, prova a dare al bambino il biberon in un’altra posizione.
  • Se il bambino è a disagio, interrompi e cerca di calmarlo prima di ridargli il biberon.
  • Se è possibile, chiedi al partner o ad una persona cara di dare il biberon al piccolo, che forse è distratto dalla tua vicinanza!
  • Fai esperimenti per trovare la giusta temperatura: mai troppo calda, naturalmente, ma al bambino potrebbe piacere un biberon un po’ più freddo del latte materno.
  • Se proprio non vuole saperne del biberon, puoi sempre provare a fargli usare una tazza.

Come aiutare il piccolo a bere dalla tazza

  • Puoi fare esperimenti con la bevanda da dargli, con i momenti della giornata in cui dargli la tazza, e con la tazza stessa...
  • Nella tazza, prova ad aggiungere pezzettini della sua frutta preferita in acqua, oppure offrigli succo di frutta diluito (una parte di succo di frutta su dieci parti di acqua).
  • Puoi anche provare a riscaldare o raffreddare le bevande per scoprire cosa preferisce. I cubetti di ghiaccio sono divertentissimi per i bambini un po’ più grandi!
  • Tieni sempre a disposizione una tazza durante la giornata e offrigli da bere quando stai bevendo anche tu: dopotutto, imparano guardando noi!
  • Fagli scegliere una tazza di un tipo e un colore che gli piace, e magari dalle anche un nome: bere sarà più divertente.
  • Fagli provare una borraccia e una tazza con cannuccia e inizia ad insegnargli a bere da una tazza normale. Dopo i dodici mesi il bimbo può anche provare una borraccia sportiva.

Cura dei denti e dello sviluppo orale del bambino

  • Se vuoi dargli succo diluito, deve essere principalmente acqua (una parte di succo per dieci parti di acqua).
  • Cerca di evitare le bevande zuccherate o gassate, o concedile solo ogni tanto come occasione speciale (come facciamo noi adulti!).
  • Prova a scegliere una tazza antigoccia con valvola rimovibile, per farlo esercitare a bere normalmente ma proteggendo allo stesso tempo il bambino (e la casa) da docce non gradite!

Consigliamo

Disponibile presso i seguenti rivenditori