Menu

Diari del genitore

“Mi sentivo la peggior mamma al mondo, come se il mio corpo non stesse facendo quello che doveva. ... ma lui stava benissimo!”

flag

L’allattamento al seno a volte è stato difficile, ma ne è valsa assolutamente la pena.

SUKARI, BOSTON.


Sukari

Kai ha iniziato subito con l’allattamento, si è attaccato subito e le poppate erano davvero buone. Ero molto felice perché sapevo che il mio bambino sarebbe stato alto e magro, perciò volevo essere certa che ottenesse tutte le sostanze nutritive di cui aveva bisogno.

Ma naturalmente allattare al seno il tuo bambino non è così facile, infatti presto ha iniziato a sputare il latte. Non è che lo rimettesse, lo sputava subito dopo averlo succhiato. Ero talmente preoccupata che non bevesse abbastanza e mi sentivo la peggior mamma al mondo, come se il mio corpo non stesse facendo quello che doveva. Non facevo che piangere e chiedermi perché non beveva il mio latte. È andata avanti così per mesi.

Le mie amiche mi chiedevano quanti grammi bevesse davvero e io non sapevo rispondere, perciò mi sentivo ancora peggio. Allattavo al seno e avevo l’impressione che non bevesse nulla, ho anche scaricato un’app che calcolava il tempo della poppata per ogni seno. Mi preoccupavo che non ricevesse primo latte o secondo latte a sufficienza! Ero impazzita e non riuscivo più a fidarmi nemmeno del mio istinto. Ero talmente preoccupata di dover iniziare ad usare il latte in polvere, perché non era quello che volevo.

Ma un giorno la mia ostetrica mi ha detto: “Sukari, tutto il latte è buono.” Mi ha chiesto se Kai fosse a disagio e se piangesse. Dissi di no. “Lui sta benissimo” mi ha detto, per cui ho smesso di usare l’app

e ho anche trovato un’immagine online che mostrava le dimensioni dello stomaco di un neonato ed era piccolissimo, come una prugna! Mi sono resa conto che il latte che beveva era abbastanza per riempire quel suo minuscolo pancino e che quando non ne voleva più lo sputava. Per cui ho iniziato a fare di nuovo affidamento sul mio istinto. Ho ricordato la fiducia che ho avuto in lui e nel mio corpo durante il travaglio ed ho ricominciato ad ascoltare e a fidarmi di me stessa.

-mothers-instinct-online
Stava andando tutto bene fino a quando l’ostetrica ha notato alcuni segni che la turbavano e tutto è cambiato in un attimo.
Leggi la storia di Ben

Ci risulta che ti trovi in un Paese diverso Cambia sito?

Ignora