Menu

Diari del genitore

“Quando è arrivato il secondo bambino ero io ad avere un problema”.

flag

Avere un secondo bambino mi ha fatto sentire in colpa, ma mi sono ripresa presto.

RACHEL, CUMBRIA, UK


Walter aveva 21 mesi quando è nata Daisy. Lo sapeva che era la sua sorellina, ma era troppo piccolo per “capirlo” veramente e ciò significava anche che non era geloso, e meno male. Ero io ad avere un problema sull’avere un secondo bambino. Avevo il timore che si sentisse messo da parte. C’è stato un momento in cui le uniche mie parole nei suoi confronti sono state: “No Walter”, “Non adesso, Walter”, “Non posso”. Era orribile per me non dargli la stessa attenzione, ma Daisy aveva bisogno di me.

Rachel Cumbria Foto 1

Questo, in parte, è il motivo per il quale ho scelto l’allattamento misto fin dall’inizio. E avevo comunque difficoltà con l’allattamento al seno. Ci sono riuscita per otto settimane con Walter, ma ora dovevo badare a due bambini. Ho dovuto fare ciò che era giusto per il bene di tutta la famiglia, perciò Daisy è passata dall’allattamento al seno all’allattamento misto e infine al biberon in poche settimane. È stata senza dubbio la scelta giusta per noi, perché in questo modo il mio compagno poteva aiutare con l’allattamento e io potevo passare più tempo con Walter. Amici e familiari non avevano nulla da ridire al riguardo, ma continuavo a sentirmi in colpa. Stupidamente, perché sapevo che era la cosa giusta.

Le cose cambiano anche da un punto di vista pratico. Più cose da lavare, pasti e nanne in orari diversi a cui far fronte; e il mio compagno lavora a tempo pieno (lavorava part-time quando avevamo solo Walter) per cui non so se si rende conto di quanto possano essere pazzesche le mie giornate. È per questo che le cene non sempre sono pronte e si accumulano sempre piatti da lavare. Ma non importa. Quando Daisy dorme, la mia sola priorità è dare a Walter la mia completa attenzione il più a lungo possibile. Glielo devo. E ci rende entrambi più felici. Anche optare per un passeggino gemellare è stato un grande aiuto. Ho rimandato per un po’, ma poi ne ho preso uno di seconda mano e ha semplificato non poco le uscite, soprattutto col cane.

Ora Daisy ha 9 mesi e Walter ha raggiunto i “fatidici due anni”. Inizialmente pensavo che facesse i capricci solo perché non gli veniva data la giusta attenzione, ma questa idea mi ha abbandonato presto: se è spesso irrequieto è perché ha due anni, non perché ha una sorellina. Perciò non mi sento più in colpa, in tutta sincerità ho troppo da fare. Lo accetto e basta. È così che funziona quando hai due bambini!


-search-engines
Unirmi a un gruppo di mamme della mia zona è stata la cosa migliore che potessi fare.
Leggi la storia di Sukari

Ci risulta che ti trovi in un Paese diverso Cambia sito?

Ignora