Menu

Diari del genitore

“Prendeva il ciuccio, perciò pensavo che avrebbe preso il biberon senza problemi. Invece, lo ha rifiutato fin dal primo giorno”.

flag

Non avrei mai immaginato che ci sarebbe voluto così tanto per trovare il biberon giusto

BREE, NEW JERSEY


Dovevo tornare al lavoro tre mesi dopo aver avuto Shane, così ho provato ad allattarlo con il biberon per la prima volta circa due settimane e mezzo prima del mio rientro. Fino ad allora, avevo felicemente allattato al seno. Mangiava bene ed era molto più comodo, soprattutto di notte. Aveva il ciuccio, sicché pensavo che avrebbe preso il biberon senza problemi, e invece l’ha rifiutato dal primo giorno.

Urlava e si scansava ogni volta che provavo ad avvicinargli il biberon. Non voleva nemmeno poggiare la bocca. Ho provato tutte le marche usate dalle mie amiche, ma non c’era niente da fare. Era penoso vederlo così a disagio e, inutile dirlo, mi preoccupavo di come sarebbe andata al nido quando sarei rientrata al lavoro.

Bree trova il biberon giusto

Sapevo che dovevo essere forte e dirmi che alla fine avrebbe accettato il biberon quando avrebbe avuto fame, ma era il mio primo bambino, perciò non era affatto facile. Poi il mio compagno in quel periodo viveva all’estero, perciò dovevo fare tutto da sola. Sapevo che Shane non avrebbe patito la fame, ma ero piuttosto turbata.

Quando sono rientrata al lavoro era sempre una battaglia fargli accettare il biberon al nido. È andata avanti così per settimane. Ho iniziato provando a estrarre al lavoro, per vedere se accettava il mio latte dal biberon, ma mi sentivo davvero a disagio e comunque non faceva alcuna differenza, odiava proprio i biberon.

Ma quando ha compiuto quattro mesi tutto è cambiato. Gli abbiamo fatto provare un nuovo biberon con una tettarella più morbida, sagomata più come un seno vero e proprio ed è stato amore al primo tentativo. Non ho la certezza se sia stato quel biberon in particolare o se avevamo semplicemente raggiunto il momento della resa, fatto sta che era passato alla fase opposta ora, tant’è che si portava dietro quel biberon tutto il giorno, altro che orsetti! A sette mesi, poi, ha deciso da sé che non aveva più bisogno del ciuccio, ma non intendeva mollare il suo biberon ed è stata davvero un’impresa svezzarlo!

-geniuses
È stato un po’ come tornare a riprendermi la mia identità.
Leggi la storia di Amy

Ci risulta che ti trovi in un Paese diverso Cambia sito?

Ignora